Come lavoriamo E2E

Scopri come lavoriamo

Il nostro obbiettivo è ottenere vini e olio di qualità, frutto della massima espressione identitaria del nostro territorio.
Per questo motivo, il lavoro che svolgiamo tutela ed esalta l’autenticità e le peculiarità del nostro terroir e dell’ambiente circostante, raggiungendo un equilibrio tra tradizione dei metodi, innovazione tecnologica ed eleganza dei prodotti.

DALLA VIGNA AL VINO

Studiamo e trattiamo la nostra terra seguendo un concetto di produzione integrata che permette la conservazione sostenibile dei vigneti e minimizza l’uso di prodotti ausiliari, nel pieno rispetto dell’ambiente.

POTATURA SECCA, PIANTO DELLA VITE, SCACCHIATURA
Dai primi di gennaio fino a metà marzo, la potatura secca è la più importante operazione che si effettua sulla vite una volta che questa è in riposo vegetativo, determinandone il sistema di allevamento (nel nostro caso, cordone speronato e guyot) e la conseguente resa e produzione di uve sane ed equilibrate.
Dopo l’affascinante pianto della vite in marzo, segno di ripresa della sua attività vegetativa, accompagniamo la crescita delle viti in modo rigoroso, attento e continuativo. Questo lavoro richiede una minuziosa e costante attenzione rivolta sia ai fattori climatici, che ambientali, in quanto é solo grazie al connubio di questi che si possono ottenere uve equilibrate, mature e ricche di aromi.
La scacchiatura, operazione che consiste nell’eliminazione dei germogli in eccesso, è finalizzata all’ottenimento di una chioma non compatta che consenta il passaggio dell’aria nonché la penetrazione della luce ed è effettuata rigorosamente a mano.
previous arrow
next arrow
Slider

FIORITURA, SFOGLIATURA, VENDEMMIA
Dopo la fioritura si eseguono le prime stime di produzione ed iniziano i lavori di sfogliatura e diradamento dei grappoli per assicurare il raggiungimento della perfetta maturazione delle uve.
Durante il mese di settembre preleviamo regolarmente dei campioni per determinare la migliore data di raccolta per ogni vigneto, che solitamente non avviene prima dell’inizio di ottobre.
Selezionando accuratamente a mano i grappoli durante la vendemmia, ci assicuriamo di portare in cantina solo uve mature e sane.
previous arrow
next arrow
Slider
VINIFICAZIONE
previous arrow
next arrow
Slider
In cantina l’uva viene inizialmente diraspata, permettendo così il distaccamento degli acini dal rachide, ed in seguito leggermente pigiata in modo da ottenere una soffice rottura della buccia, fondamentale per arricchire il vino di antociani, polifenoli e tannini.
Il nostro vino nasce con metodi tradizionali affinati nei secoli, uniti ad una costante ricerca di innovazione tecnologica.
Ciò che ci contraddistingue, è la passione e l’artigianalità che impieghiamo in ogni fase del processo: attraverso la degustazione ad esempio, a partire dall’acino ancor prima della raccolta fino a quando il mosto si tramuta in vino, valutiamo l’evoluzione di esso da un punto di vista organolettico, fino a stabilire prima della messa in bottiglia il giusto assemblage che vorremmo poi ritrovare nel nostro bicchiere.
Vinifichiamo ogni uva separatamente, a seconda della tipologia di vitigno, del vigneto e del suo livello di maturazione. Durante la prima fermentazione e un periodo di macerazione di circa 25-30 giorni, effettuiamo un controllo rigoroso e quotidiano sui nostri vini, attraverso analisi analitiche e monitoraggio dell’andamento della fermentazione con il controllo delle temperature delle varie vasche. Una volta svinato, ovvero separata la parte solida dalla parte liquida, è nostra premura fornire al vino le condizioni ottimali, e quindi soprattutto una corretta temperatura, per far sì che questo conduca la fermentazione malolattica, fondamentale per conferire al nostro vino morbidezza, corpo e longevità.

I TAGLI E L’AFFINAMENTO IN LEGNO
previous arrow
next arrow
Slider
A partire dal mese di febbraio, quando si effettuano i tagli, il vino viene accomodato nelle barrique o botti grandi, esclusivamente di rovere francese, a seconda della tipologia di vino.
L’affinamento in legno, per un periodo che va dai 12 ai 24 mesi, permette ai nostri vini di rinforzare le loro caratteristiche sensoriali e di differenziarsi tra loro.
Prosegue poi la loro evoluzione in bottiglia per almeno 2 o 3 anni, un periodo di affinamento naturale e graduale utile ad ammorbidire i tannini, sprigionare gli aromi e perfezionare vini caratterizzati da un importante potenziale di invecchiamento come i nostri, capaci di regalare grandi soddisfazioni per più di 10 anni.

IL NOSTRO OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Lo stesso impegno e la stessa attenzione che dedichiamo alla coltivazione dei vigneti, accompagnano anche i nostri olivi durante l’arco dell’anno: dalla lavorazione del terreno, alle operazioni di potatura, alla raccolta prematura.
Le varietà che si ritrovano a Savignola sono le tipiche toscane, ovvero leccino, frantoio e moraiolo. La decisione di anticipare generalmente la raccolta delle olive per la fine di ottobre, quando queste non hanno ancora raggiunto la loro massima maturazione, permette di preservare la delicatezza del gusto e, soprattutto, di amplificarne l’aromaticità e la piccantezza, caratteristiche tipiche degli olivi provenienti da questo territorio.
previous arrow
next arrow
Slider
Le olive vengono poi subito sottoposte alle operazioni di lavaggio e frangitura tramite strumenti meccanici a freddo così da ottenere un olio extravergine di oliva. Successivamente, lo riponiamo in vasche senza filtrarlo, dove viene lasciato riposare fino al mese di febbraio, così da permettere alle parti più pesanti e alle impurità di depositarsi sul fondo del recipiente. Si procede poi all’imbottigliamento. Solo una parte dell’”olio novo”, ovvero fresco appena franto, viene immediatamente messa in bottiglia e riservata ai nostri clienti più affezionati. Questo nostro prodotto si caratterizza per la sua leggerezza ed il suo gusto fruttato, perfetto per insaporire pietanze dal gusto delicato.

DALLE VINACCE ALLA GRAPPA DI SAVIGNOLA

Dopo una lunga macerazione, le nostre vinacce, ovvero le bucce dell’uva una volta pressate, vengono destinate ad una piccola produzione di grappa, un’acquavite realizzabile esclusivamente da uve italiane distillate in Italia. La nostra grappa viene realizzata in collaborazione con la Distilleria Bonollo, senza invecchiamento in legno per preservarne il sapore e gli aromi originali. Ideale per concludere un pasto importante.